Qualcuno che ci dica dove andare

Ogni domenica mattina, mio marito ascolta la predica del frate mentre facciamo colazione…

Io, un po’ lo invidio.

Invidio queste persone che riescono ad avere una costante, un percorso sicuro da seguire nella via dello spirito. Invidio soprattutto il loro ritmo cadenzato, il fatto che ci sia una sorta di “calendario” che indichi ad ogni passo quale direzione prendere, su cosa riflettere e porre attenzione…

Io, purtroppo, non sono così… ci ho provato tante volte… ho comprato libri con riflessioni sulle diverse lunazioni, seguo siti con aggiornamenti mensili sulle energie del momento… però non ci riesco… dopo un po’ mi annoio, mi distraggo, smetti di prestare attenzione ed esco dalle fila.

A volte mi chiedo se forse non pretendo troppo.. nel senso che magari quelle persone ascoltano si indicazioni e suggerimenti ma poi non ci fanno troppa attenzione nel quotidiano. Probabilmente sono solo meno pretenziosi di me, che appena vedo che la mia anima non è totalmente assorta dall’indicazione del momento mi dichiaro apertamente eversiva ed abbandono la strada…

Probabilmente sono io, si che vorrei un’esperienza più totalizzante e non mi accontento della mia umana, limitata capacità di seguire un sentiero, e per questo non lo reputo mai abbastanza…

Annunci

17 risposte a "Qualcuno che ci dica dove andare"

Add yours

      1. Noi Druidi seguiamo i ritmi e le fasi della Natura,ma come sentiero di vita é sicuramente quello che lascia più libertà e responsabilità:a noi nessuno comanda cosa fare e quando farlo perché é una scelta nostra . Se vuoi seguire il sentiero dei Druidi devi avere doti innate di simbiosi con la Natura e gli animali,profondo interesse per la conoscenza,tutta,profonda consapevolezza e responsabilità. Nessuno di noi prega per ottenere qualcosa:se vogliamo qualcosa dobbiamo arrivarci con le nostre forze. E se sbagliamo la colpa é solo ed esclusivamente nostra. Nessuno monda i nostri errori e i nostri “peccati” se non noi stessi. Nessuno ci punisce se non celebriamo rituali o se commettiamo errori:noi e la nostra vita sono i nostri giudici. Come ho detto prima bisogna esserci portati

        Mi piace

  1. Chissà. Tutti i possibili sono possibili. Per quanto mi riguarda ci sono “fasi”. Mai dire mai. Anch’io sono un po’ distaccata da certe religioni e riti. Ma in un momento della mia vita sono stata d’improvviso immersa nell’orientalismo. A volte capita, nonostante noi. Un bagno, un tuffo per sentire un mondo liquido diverso, per conoscere… poi si esce ma qualche goccia d’acqua rimane sempre.

    Mi piace

    1. All’inizio anche io ero molto presa dal paganesimo, molto meticolosa… finché non è diventato quasi un peso… È come se anche in questo mancassi di costanza, o è solo che nulla mi gratifica realmente…

      Mi piace

  2. TI capisco! Condivido le tue riflessioni, e ne ho avute spesso di simili, riguardo sia la spiritualità che la mia produzione artistica… non posso non saltare di palo in frasca, pur avendo una mia visione generale anche precisa!
    Ma ho capito che semplicemente, forse vuol dire che è proprio questo il nostro ritmo e stile, diverso e unico, e sempre in cerca, quindi mai pago 😀
    Ma come te ammiro chi ha costanza e ordine nel senso che intendevi!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: