In equilibrio fra i mondi

Ho rischiato di non celebrare, nemmeno questa volta… l’ho fato solo perchè costretta dal piccolo, che ormai aspettava con ansia… poi, mentre ero lì nel cerchio, di nuovo quella sensazione di tornare a casa: stavo lì, con la candela rozza alzata agli Dei, e mi sono sentita piena e grata…

Non è la prima volta che succede.

Ho sempre creduto fosse una forma di inedia, di pigrizia.. invece, stavolta ho capito.

Prima di celebrare sono uscita un po’ sul balcone a rilassarmi.. l’aria pungente, le montagne nel loro manto di nuvole e buie.. e ho capito.. Ho capito che mi risulta dannatamente difficile passare da un mondo all’altro, non so però se sia un mio reale limite o se sia io che come mio solito pretendo esperienze troppo totalizzanti: non riesco a star lì, cucinare, mangiare, sgridare il bambino che non vuole il pollo, sparecchiare con la partita in tv… e poi, così, all’improvviso, entrare nel Regno Sottile.. cambiare me, lasciar emergere La Strega.. cambiare il mio stato mentale, la predisposizione dell’animo.. come se da lì, dalle beghe quotidiane, il velo tra i Mondi diventasse pietra impenetrabile.

Ho il problema.. ora… ora non resta che comprendere, trovare la strada – la storia della mia vita -, imparare a danzare tra i Mondi su alo di falena…

 

Annunci

2 risposte a "In equilibrio fra i mondi"

Add yours

  1. Puoi usare la musica per far questo. Un certo tipo di musica è efficace e a me a volte procura una specie di trance e posso accedere ad altri livelli senza accorgemene. Non è una cosa che faccio volontariamente. Anzi accade cosi senza che io lo capisca. Poi stai scalza, cerca il radicamento col suolo. Se nn puoi stare sull’erba almeno stai a piedi nudi. Puoi anche provare a danzare se ti riesce, aumenta il distacco da questo mondo. Prova magari anche ad ascoltare dei suoni naturali come la “rainforest” o il suono del mare o della pioggia.

    Mi piace

    1. Tutto questo funziona benissimo… Ma appunto sono momenti, passaggi… tenere dentro un po’ di questa percezione altra anche nel quotidiano è per me la vera sfida, passare fluidamente da una dimensione all’altra…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: