Tag: anno

Gli ingranaggi della Ruota

In questi anni moderni in cui tutti sembrano avere fretta, in cui si trova frutta in ogni stagione e convivono sugli scaffali addobbi per ogni festività, io tengo l’orecchio ad ascoltare l’impercettibile “click” della Ruota del Tempo, danzo con essa.. e mi rassicura, riuscire ancora ad essere parte di qualcosa di più grande e più vero di questo mondo di polistirolo che mi hanno costruito intorno.

Il primo dicembre è arrivato con un freddo che penetra le ossa e un odore di neve… lontana, chissà dove.

E’ rassicurante quando il tempo si prende il suo tempo, e tutti gli ingranaggi della Ruta collimano perfettamente…  e così, sabato siamo andati a vedere le luminarie di Natale… la confusione, le luci, le musiche in sottofondo… inizio ad immergermi, lentamente, in questa nuova fase: il buio è già alle spalle, si intravedono i primi raggi di sole, ed io mi sento danzare l’eterna danza del tempo che trascorre.

E così, domenica abbiamo fatto il presepe, ci abbiamo messo l’intera mattinata,ed iniziato ad addobbare casa mentre il topo giocava col suo Babbo Natale cantante. E quel fantasmino di gomma che aveva voluto tenere dopo che abbiamo messo via gli addobbi di Samhain: sente anche lui, la Ruota girare…

Un tempo per ogni cosa, ogni cosa per il proprio tempo..

L’aria fredda gela le ossa… ed io sono viva…

Annunci

L’anno che verrà

Sono stati giorni difficili.

Giorni di malinconia.. quella malinconia che mi soffia sempre addosso nei momenti felici: mentre li vivo, ne vedo già la fine… li vedo scorrere, veloci, via de me…

Giorni di litigi e insoddisfazioni, perché scalcia dentro che non sto vivendo la vita, la maternità come avrei voluto…

Una volta, prima del mio cammino di consapevolezze, sentivo forte il vento del nuovo anno: aveva il sapore dell’agendina appena comprata, del cambiamento… ricordo ancora quella sensazione, un po’ brilla a guardare lontano i fuochi d’artificio carica di nuove promesse. Adesso no: la Ruota, so, gira altrove, ha già girato, la mia opportunità di nuovo inizio l’ho già avuta e questo nuovo numero sul calendario mi è del tutto indifferente.

Però.

Però.

Ho comprato una nuova agenda che adoro, coi transiti lunari, le energie del mese e le effemeridi. Sembra un percorso già tracciato, una guida da seguire, e mi viene voglia di provarci… infondo, ogni occasione è una buona occasione.

Però.

Stanotte abbiamo festeggiato, solo noi Tre e la tavola imbandita di stuzzichini.. abbiamo mangiucchiato, ascoltato musica, ballato… Stanotte mi è sembrato di ritrovare la mia famiglia, mio marito…

Anche se poi il primo giorno del nuovo anno è arrivato coi suoi accidenti e si è portato via tutti i buoni propositi. Mi riporta lontano da me, da come sento e sono realmente… vorrei più sorrisi, scivolare sulle cose con delicatezza, vorrei capire ed accogliere.

Oggi lavoro sulle mie sensazioni, sulla loro origine, e mi accorgo che sono tutte sballate dall’insoddisfazione di guardarmi allo specchio e non riconoscere me.